I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

COSA FARE FESTE E SAGRE

San Martino ai tempi del Covid-19: divertirsi in casa

Festa Di San Martino Ai Tempi Del Covid 19

Come festeggiare la festa di San Martino ai tempi del Covid-19? Difficile rinunciare a una delle ricorrenze più attese in Salento, lo sappiamo. Questo perché la festa di San Martino è da sempre un’occasione in cui dar voce a convivialità, al buon cibo ma anche al buon bere. Tuttavia, in quest’anno così particolare e difficile, festeggiare come si deve sarà molto probabilmente molto complicato. Ciò nonostante, ci possono essere comunque dei modi alternativi per trascorrere un San Martino divertente, rispettando i divieti di assembramenti e la mancanza di feste a tema. Basta solo dar voce ad un pizzico di inventiva.

Festa Di San Martino Ai Tempi Del Covid 19 con una grigliata di Carne
Grigliata di San Martino

San Martino ai tempi del Covid-19: come festeggiare

Come sappiamo, quest’anno la festa di San Martino, che ricorre come sempre l’11 di novembre, sarà vissuta in modo molto diverso rispetto agli altri anni. Non potrà esser organizzata la cosiddetta “radunata”, cioè l’incontro tra parenti e amici per una buona cena a base di carne e vino. Tuttavia, nulla vieta che la festa possa esser omaggiata in famiglia e rigorosamente con conviventi. In questo caso, sarà possibile ugualmente fare un’ottima grigliata in compagnia delle persone che amiamo, rispettando ogni divieto imposto. 

Vino rosso
Solitamente si beve del buon vino

Ma cosa si mangia il giorno di San Martino?

Come detto in precedenza, la festa di San Martino è sinonimo di carne e vino. Ma non è detto che si debba mangiare solo questo. Molto spesso, le tavole salentine sono imbandite con prodotti autunnali come castagne ma anche verdure di contorno, noci e gustose pittule. Il tutto viene poi accompagnato con dell’ottimo vino, chiamato in salentino “mieru”. Questo può essere doc ma anche casereccio, più forte e gustoso. Insomma un banchetto davvero come si deve, che dovrà essere allestito con maggior cura, a maggior ragione per il periodo così difficile che stiamo vivendo. Un momento in cui non si potrà andare in strada o per pub, come si è fatto in passato e come voleva la tradizione della festa. 

Banchetto Tra Amici
Un banchetto in famiglia

Perché si festeggia San Martino?

La festa di San Martino ha un simbolismo non da poco. Il santo che viene richiamato e festeggiato è San Martino De Tours, conosciuto in particolar modo per la sua grande solidarietà. Quando questi era ancora un soldato, decise di aiutare un pover’uomo incontrato per strada, donandogli metà del suo mantello. Questo gli sarebbe servito per ripararsi dal freddo e dalla pioggia invernale. La tradizione vuole che, il giorno dopo, Martino ritrovasse il suo mantello intatto, come se non l’avesse mai tagliato e quindi donato a qualcuno la sera precedente. Fu così che il soldato decise di convertirsi, sposando la fede. Lo proclamarono Vescovo e divenne simbolo di solidarietà, convivialità e condivisione. Una condivisione che ai tempi del Covid sarà circoscritta ai soli conviventi, ma non per questo meno importante rispetto a quella più ampia degli anni passati.

San Martino ai tempi del Covid-19: divertirsi in casa ultima modifica: 2020-11-11T09:00:00+01:00 da Roberta De Gaetani
To Top