I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

ITINERARI NATURA

Wwf Salento: giornate di relax nella natura

Macchia Mediterranea Lecce Salento Wwf

La Primavera nel Salento è una delle stagioni migliori per visitare le aree protette dal Wwf e trascorrere giornate in pieno relax nella natura. Scopriamo insieme due delle aree sotto la tutela del Wwf, aperte anche in questo periodo alle visite guidate. Una si trova alle spalle della Stazione Ferroviaria. A poche centinaia di metri dal centro storico sorge la Foresta Urbana di Lecce. L’altra è la Riserva Naturale Le Cesine.

Il WWF del Salento tutela La Foresta Urbana

Negli spazi di una vecchia cava di estrazione della pietra leccese si è lentamente ricreata una nicchia di biodiversità ricca di sorprese. L’area ricopre una superficie di due ettari ed è sotto la tutela del WWF. In una manciata di anni, grazie all’impegno dei volontari, quella che sembrava destinata a diventare una discarica a cielo aperto si è trasformata in un ecosistema variegato e sorprendente.

Orchidea Oasi Wwf Lecce Salento

Tra le pareti di pietra e i cespugli si possono scorgere le tane delle volpi. Nascosti nella fitta vegetazione si celano nidi di rapaci. Con una buona dose di fortuna si può anche avvistare una civetta o un barbagianni. L’obiettivo primario dei volontari è preservare l’habitat delle specie che popolano la foresta e renderne fruibili gli spazi nel pieno rispetto della natura. Anche per questo si è deciso di consentire l’accesso al pubblico solo su prenotazione. Le visite si svolgono generalmente il sabato mattina e coprono un percorso di circa un chilometro.

La riserva naturale dello Stato Le Cesine

Il passato della riserva racconta di una zona incolta, insalubre, funestata dalla presenza della zanzara anofele. Un luogo malsano e legato a un’antica usanza di recidere (caedere) gli alberi e dar fuoco ai boschi per poterne ricavare terreni coltivabili. Solo alla fine del XIX Secolo si prospetta l’idea di una bonifica, che poi verrà attuata secondo criteri di canalizzazione e impianto. Un lavoro lungo decine di anni, in cui i contadini del luogo trovano il sostegno delle Bonifiche Ferraresi. Bisogna attendere la riforma fondiaria degli anni ’50 per una prima geometria della nuova area, che fu in parte affidata alla Regione Puglia.

Falco Di Palude specie protetta Wwf Salento

Un falco di palude, tipico della fauna della Riserva Naturale Le Cesine

Negli anni ’70 arriva il primo riconoscimento come Zona Umida di interesse internazionale. E cresce intanto la coscienza civica di tutela del patrimonio naturale. Nel 1979 quest’area del Salento ottiene la promozione ad Oasi WWF e l’anno successivo alla dichiarazione di Riserva Naturale dello Stato. Attualmente l’area naturale è tutelata anche in quanto Zona a Protezione Speciale e Sito di interesse comunitario per la grande eterogeneità di specie animali e vegetali che la popolano. L’accesso è regolamentato ed è consentito solo per motivi di studio e di didattica. Sul sito della Riserva Naturale è possibile informarsi su orari e costi delle visite.

Wwf Salento: giornate di relax nella natura ultima modifica: 2019-06-14T09:00:16+02:00 da Simona Rizzo
To Top