Uccelli acquatici del Salento: scopriamoli con Karkadè - itLecce

itLecce

COSA VEDERE NATURA

Uccelli acquatici del Salento: scopriamoli con Karkadè

Esemplare di Gabbiano Reale

Le meravigliose acque del Salento offrono ospitalità a diverse specie di uccelli, alcune presenti soltanto in estate, altre solo in inverno. Altre ancora tutto l’anno. Oggi, insieme alla nostra sirena immaginaria Karkadé andremo alla scoperta di alcune di queste e ci lasceremo riempire gli occhi dalla loro leggiadria. Buon viaggio insieme a noi!

Gli uccelli dell’inverno: lasciamoci trasportare

I Cormorani – di cui possiamo distinguere la specie atlantica da quella continentale – sono osservabili nel Salento solo in inverno. Le due specie differiscono per una differente colorazione del capo. I cormorani si possono osservare nel Salento sia sulle acque interne che sulle coste.

Cormorani su scogli
Cormorani

Gli uccelli aironi, re degli scogli

Gli Aironi cenerini sono visibili durante l’inverno sui litorali, fermi sugli scogli, intenti a catturare le loro prede. Non c’è niente di meglio che fermarsi a guardarli durante delle belle e salutari passeggiate invernali vicino al mare, sempre bellissimo. Un’altra specie di uccelli presente solo in inverno è il Gavina, molto somigliante al Gabbiano Reale. Questi ultimi si differenziano per la colorazione giallo-verdognola delle zampe e del becco. Il Gabbiano Reale, inoltre, vive sulle coste salentine tutto l’anno.

Airone che cattura un pesce, tra le specie di uccelli acquatici
Airone cenerino

I gabbiani, immancabili arcieri del mare

Tra i molti generi di gabbiani che popolano gli inverni salentini scorgiamo non solo il gabbiano comune, ma anche il Gabbiano Corallino. Essi assumono colorazioni scure del capo durante la stagione estiva. Il Gabbianello invece, non presenta il bordo delle ali tinto di nero a differenza del gabbiano comune, ed è di piccole dimensioni. Simile al gabbiano comune è anche il Gabbiano Roseo; tuttavia presenta il capo di colorazione chiara per tutto l’anno.

Un gabbiano  tra gli uccelli acquatici
Gabbiano

I cigni, il più grande e meraviglioso spettacolo

Oltre a diverse varietà di oche e di anatre, in Salento sono ammirabili i Cigni. Maestosi e leggiadri sulle rive o presso i bacini d’acqua. I più grandi uccelli d’acqua della famiglia degli Anatidi. Sono di grandi dimensioni e hanno il collo lungo. Gli esemplari maschi sono pressoché uguali alle femmine, distinguendosi soltanto per le dimensioni. L’apertura alare di questi uccelli può raggiungere perfino i tre metri in esemplari di alcune specie.

Il rituale d'accoppiamento dei cigni, uccelli maestosi
Coppia di cigni

Il loro piumaggio bianco candido e le grandi dimensioni, rende i cigni particolarmente suggestivi. Si tratta di animali erbivori e non pericolosi per l’uomo, sebbene sia consigliabile evitare di avvicinarsi molto per non ricevere reazioni avverse da parte del cigno. Durante l’accoppiamento effettuano dei movimenti ritmici del collo, rendendo il tutto simile a una danza. Un processo che, se va a buon fine, decreterà il compagno del cigno per tutta la vita, essendo quest’ultimo un animale monogamo.

Uccelli acquatici del Salento: scopriamoli con Karkadè ultima modifica: 2021-02-22T09:00:00+01:00 da Antonella Marchisella

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x