I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

DOVE ALLOGGIARE NATURA

Tenuta Torre Pinta, agriturismo e ipogeo nel cuore di Otranto

Tenuta Torre Pinta - ipogeo con urne cinerarie

Il suggestivo ipogeo nella Tenuta idruntina Torre Pinta

Immersa nello splendido scenario di Otranto, a pochi passi dal centro abitato, è la Tenuta Torre Pinta. Graziosa si estende su aree rocciose e verdeggianti con file di ulivi da cui si ricavano i prodotti locali che poi saranno serviti a tavola. In questo articolo conosceremo la tenuta e l’ipogeo che custodisce nel silenzio, tra le cure di Giovanna e la curiosità dei turisti appassionati. La torre colombaia è ciò che resta dell’antico ipogeo.

Arrivo a Torre Pinta, una vasta distesa verdeggiante

Arriviamo presso Tenuta Torre Pinta a Otranto la mattina dell’ultimo dell’anno: ci accoglie un viale alberato immerso nel verde e il profumo di sole otrantino. Tenuta Torre Pinta è situata in via delle Memorie, poco distante dal centro di Otranto, in un’area molto tranquilla e verdeggiante. Entriamo in tutta libertà percorrendo l’ampia distesa naturale, nel tragitto a piedi verso le camere regna la riservatezza e la quiete. Un tempo quest’area era sede di un complesso ipogeo di origini messapiche di cui attualmente resta solo una bellissima torre colombaia a forma cilindrica. Prima di arrivare alla torre colombaia proseguiamo con calma: ampia roccia e verde, tanto verde intervallato da alberi di ulivo si mostra. All’ingresso ci accoglie una signora gentile, Giovanna, la proprietaria del luogo, che con riservatezza lascia visitare la struttura in piena libertà. Nella tenuta sono coltivate le materie prime che Giovanna utilizza per la preparazione dei manicaretti.

Tenuta Torre Pinta - alberi di ulivo

Ingresso nella Tenuta Torre Pinta a Otranto

Tenuta Torre Pinta e il suo ipogeo antico immerso nella pace di Otranto

La gentile proprietaria di Tenuta Torre Pinta ci affida un mazzo di chiavi che ci consentono di visitare l’omonimo ipogeo in libertà. Scendiamo agevolmente da una piccola scaletta ricavata sulla roccia e ci troviamo dinanzi a un’inferriata, aperta la quale siamo dentro all’ipogeo. Procediamo all’osservazione di questa meraviglia. L’ipogeo di Torre Pinta ha una pianta a croce latina regolare e dinanzi a noi c’è una galleria, lunga circa trenta metri. Al mattino il corridoio è illuminato sufficientemente dalla luce solare ed esso corrisponde al braccio lungo della croce orientato verso Nord. Le incisioni che notiamo sulle pareti sono state provocate dalle unghie dei colombi. Notiamo anche un vano che anticamente era usato per la cremazione dei defunti. Le mura sono piene di cavità che servivano come urne cinerarie. Tra la quiete e l’aria fresca di questo luogo ben tenuto notiamo un sedile dove per tradizione si deponevano seduti i defunti.

Tenuta Torre Pinta - il corridoio ipogeo

La galleria dell’ipogeo con le antiche urne cinerarie

Tenuta Torre Pinta e la sua ampia offerta ricettiva

Soggiornare presso Tenuta Torre Pinta significa poter disporre di un’ampia gamma di opportunità ricettive. La struttura, oltre a proporre camere matrimoniali, triple e quadruple, dispone di Bungalow con due camere da letto e appartamenti con tre camere da letto. A tutto ciò si aggiungono camere singole e un appartamento al piano terra con due camere da letto. Tenuta Torre Pinta si trova in via Delle Memorie e dista ad appena un km dal centro abitato di Otranto. La struttura dispone di un’ ampio ed elegante ristorante in cui alla classicità degli arredi si amalgamano prodotti biologici coltivati presso la tenuta. Le camere si presentano arredate con gusto antico e rurale, finemente ordinate e al contempo silenziose per un ottimo relax. Per la colazione la tavola sarà imbandita con torte della casa, pasticciotti e dolci di tradizione locale ma anche salato. In struttura è presente una piscina e ampie aree relax.

Tenuta Torre Pinta - camere rurali

Le camere di Tenuta Torre Pinta

Tenuta Torre Pinta, agriturismo e ipogeo nel cuore di Otranto ultima modifica: 2019-02-13T10:30:23+01:00 da Antonella Marchisella
To Top