EDIFICI STORICI MONUMENTI

La torre del Parco di Lecce, simbolo e vanto della città!

La Torre Del Parco di Lecce

La torre del Parco di Lecce, si trova proprio al centro della città salentina. Possiamo dire senza dubbio alcuno che la torre è un simbolo, uno dei monumenti più rappresentativi della città di Lecce. Il complesso monumentale, risalente al periodo medioevale e rinascimentale fu eretto nel 1419 per volontà dell’allora diciottenne Giovanni Antonio Orsini Del Balzo, principe di Taranto. Si tratta di una struttura antica, solida, pregna di storia e molto amata dalla cittadinanza.

Da un principe ai mercati e alle fiere

Il principe che si pregiò di erigere la torre/fortezza, era figlio di Raimondello e di Maria d’Enghien. Quest’ultima vantava i titoli di contessa di Lecce e regina del regno di Napoli, essendo sposa in seconde nozze, il re Ladislao di Durazzo. La Torre supera in altezza i ventitré metri, ed è stata eretta per stagliarsi su tre livelli.

800px Torre Del Parco Lecce 4

La Torre

Essa è circondata ancora oggi da un fossato, all’interno del quale vi erano allevati gli orsi, poiché erano il simbolo della famiglia Orsini del Balzo. Attorno alla torre c’era un immenso parco, che si estendeva per circa 40 ettari, diviso in un’area pubblica e in una privata. La zona de Parco di Dentro, ovvero la cittadella chiusa comprendente la Torre e le Stanze del Principe, confinava con il Parco di Fuori. Questo arrivava fino alle mura cittadine, dove si svolgevano fiere e mercati.

La torre di Lecce nella storia fino ai giorni nostri

Nel 1434 Giovanni Antonio Orsini Del Balzo presiedette il tribunale medievale, Concistorium Principis, ricavato in un’ala del complesso monumentale. Inoltre, la struttura fu sede della zecca, e coniava i  mali carlini, ovvero monete d’oro e d’argento. Come si evince, nel tempo la torre ebbe anche altre destinazioni d’uso, a secondo del momento storico. Tra il 1458 e il 1461 divenne carcere e si possono vedere le “lamentazioni”, ovvero incisioni fatte dai prigionieri negli strombi delle saettiere della fortezza. In tanti, tra turisti e curiosi, ogni anno si recano nella torre per vedere le scritte di qui lontani e sfortunati galeotti. In seguito, il complesso divenne anche dimora dei viceré spagnoli che si alternarono nel governare Lecce. Si susseguirono Ferrante Loffredo e anche Ferrante Caracciolo.

Eventi nella torre di Lecce

La Dimora Storica Torre del Parco oggi rappresenta ancora anche nella modernità, un meraviglioso simbolo per Lecce, molto riconoscibile. Parliamo di un monumento emblema non solo del tardo medioevo e del rinascimento, ma è anche un orgoglio cittadino a pochi passi dal centro storico.

la torre del parco di Lecce

Ancora oggi vediamo un bellissimo e rigoglioso giardino dal terrazzo panoramico che si protende sull’intero complesso monumentale. Dalla zona panoramica si ammirano i Cortiletti, il Salone delle Feste, le Sale del Principe e il Giardino d’Inverno. Oggi la torre viene usata tra l’altro come salone delle feste, per cerimonie ed è cornice di esibizioni pirotecniche. Spettacolari sono i fuochi d’artificio che in estate esaltano il cielo di Lecce.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi.
La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.

La torre del Parco di Lecce, simbolo e vanto della città! ultima modifica: 2018-12-17T11:06:36+02:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top