BAR DOVE MANGIAMO

La cotognata leccese, leader pasticcera e luogo “cult” della città

La Cotognata

Credits @nuccio_gatto

La cotognataè una deliziosa quanto straordinaria marmellata “dura” tipica di alcune zone dell’Italia meridionale. Ne esiste anche una versione spalmabile, ma la vera cotognata, quella originale si presenta “a formette”, e si consuma in pezzetti.
La Ricetta della cotognata, è alchimia pura, una delizia per il palato e una vera eccellenza italiana, ma ereditata dalla dominazione spagnola. Questa sublime ricetta, importata durante il regno Aragonese, è a ragion veduta, presente e amatissima anche in America Latina e in Israele. Preparare la cotognata non è troppo complicato, tuttavia richiede doti di pazienza, ma anche maestria pasticcera!

Dall’antico al moderno

La Cotognata leccese, come si evince, trae il suo nome dalla famosissima “cotognata”, in cui eccelle e cui si è legata. La Cotognata Leccese, sia Bar, sia pasticceria, nata nel 1992, per volere dalla famiglia di Oronzo De Matteis, in circa vent’anni ha costruito una tradizione.

La Cotognata

Credits @nuccio_gatto

L’arte di mescolare zucchero, cannella e farina finissima, sono una passione e una tradizione impastate con duro lavoro e gusto per il bello. È stato così che il capostipite Oronzo è riuscito a delineare nel panorama leccese uno spazio dolce, solido, e amatissimo dalla clientela. La maestria sviluppata nella cotognata si è dimostrata determinante, grazie a tanta maestria e innovazione. Da anni, il Bar La Cotognata Leccese è un punto d’incontro godurioso, ma al contempo elegante, non solo per trovare l’ottima cotognata, ma anche per una pausa caffè o per discutere d’affari in un luogo chic!

La dolce “torta Maria”

La Cotognata leccese mantiene nella sua produzione producendo pasticciotti, fruttoni, mostaccioli, croccante “cupeta”, pasta di mandorla, ma anche novità gradite ai clienti. Ciò si evince dal fatto che la pasticceria leccese, produce ancora un antico cioccolatino, il “confettone”, impastato con cacao amaro, mandorle e gianduia. Parliamo di una “chicca”, del maestro pasticciere Oronzo, che ne ha fatto un must rappresentativo. Tuttavia, anche nell’arte pasticcera esiste la sperimentazione e l’innovazione, infatti, il maestro pasticcere Oronzo ha creato la “torta Maria”.

La Cotognata

 

Si tratta di una torta con pasta di mandorle con pinoli, ananas, pistacchi, fragole, marron glacé, e amarene; all’interno della torta Maria, dedicata alla figlia che ha seguito le orme del papà, c’è un cuore di pan di spagna bagnato al caffè; una delle dediche più tenere, profumate e più dolci del mondo!

Apericena a Lecce e happy hour

La Cotognata Leccese è tutto ciò e molto altro, infatti, ci s’incontra attorno ai suoi tavoli per aperitivi accompagnati dai noti rustici leccesi. La pasticceria del maestro Oronzo, è prima a esportare la cotognata, oggi presente a New York a Tokyo, Copenaghen, Malindi, Sidney, Vancouver: fantastico! Da La Cotognata leccese troviamo nuovi cocktails, gelati artigianali, tra le cui la specialità c’è il “nucciolino”, un affogato al caffè con base di nocciola.

Cotognata leccese

Per chi ama invece il salato, il Bar Cotognata Leccese propone tanti tipi di panini, piadine, apericene, per l’happy hour tra amici. Si preparano anche dolci per accompagnare le bevande calde. Tutta la produzione è artigianale con vendita sia al dettaglio sia all’ingrosso. Grazie a quest’abitudine, la nota pasticceria si è ritagliata un posto speciale tra i punti d’incontro più “in” della città.
Orbene, dalla tradizione consolidata, all’innovazione in divenire, alla passione per l’arte dolciaria, unite all’amore familiare che amalgama il tutto, La Cotognata leccese è leader. Senza trascurare la raffinata marmellata di mele cotogne autunnali, deliziosa con dolci come il mostacciolo, o con i formaggi, La Cotoganta Leccese offre tanto altro; ogni novità sperimentata e poi approvata, studiata dal maestro pasticcere Oronzo naturalmente. Auspichiamo di vedere per molto tempo ancora la tradizione dalla cotognata venduta nei tipici cestini, per poi consumarla a fettine con il pane; accompagnandola ad un buon Marsala, ma anche tante innovazioni!

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi.
La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.

La cotognata leccese, leader pasticcera e luogo “cult” della città ultima modifica: 2018-12-21T10:30:54+01:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top