MITI E LEGGENDE

Lo spettro del Museo Faggiano. Superstizione o realtà?

Fantasma del Museo Faggiano

Fonte: Turismo.it

In passato vi abbiamo già parlato della scoperta sensazionale del patrimonio archeologico che ha dato vita al Museo Faggiano, rinvenuto durante i lavori che Luciano Faggiano stava conducendo con l’intenzione di aprire una trattoria. Quella che però non vi abbiamo raccontato è la storia di uno spetto che si aggirerebbe all’interno degli scavi. Si tratta dell’ormai celebre fantasma del Museo Faggiano.

Faggiano Fantasma del Museo Faggiano

Una sala del Museo Faggiano. Fonte: Dagospia

Avvistato dai turisti del museo

Diversi testimoni, infatti, sarebbero pronti a giurare di avere visto il fantasma del Museo Faggiano aggirarsi nelle stanze dell’edificio. Già da tempo sarebbe lo spettro di un monaco ad apparire molto spesso nel piano superiore del palazzo e questo avvenimento avrebbe anche una spiegazione quasi razionale. Da alcuni rilievi effettuati, infatti, si è scoperto che nel punto in cui il monaco fantasma si mostra per poi sparire dalla parte opposta di un muro, in tempi antichi ci sarebbe stata una porta. Probabilmente questo personaggio, in vita, era solito camminare per i corridoi ed attraversare quel passaggio che poi è stato murato.

Faggiano Fantasma del Museo Faggiano

Gli interni del museo. Fonte: Leccezionale Salento

Ad avvertire i responsabili del museo di queste apparizioni sono stati i turisti stessi, che avrebbero intravisto questo uomo di statura media vestito con un vestito lungo, probabilmente un saio o una tunica. Alcuni studiosi del paranormale appartenenti all’AIRM, l’Associazione Italiana Ricercatori del Mistero, hanno condotto delle ricerche nel sito e non hanno potuto fare a meno di notare delle inquietanti quanto affascinanti stranezze.

L’esperienza dei Ricercatori del Mistero

Durante un sopralluogo effettuato nel Museo Faggiano, infatti, i ricercatori si curarono di spegnere tutte le luci della struttura per proseguire la visita con le torce. All’improvviso, stando ai racconti di uno degli esperti, le luci si accesero per qualche secondo, sebbene tutti gli interruttori fossero abbassati, per poi spegnersi di nuovo e definitivamente. L’episodio creò profondo sgomento nei ricercatori, che ovviamente cominciarono a cercare l’ectoplasma per provare ad avere un contatto con lui. Uno degli esploratori, mandato dagli altri a controllare gli interruttori, giura di aver parlato con una sagoma che credeva fosse uno dei suoi compagni. Immaginatevi il suo disappunto quando ha scoperto di essere solo in quella stanza e che quella figura non era un collega.

Fantasma del Museo Faggiano

L’ingresso del museo. Fonte: Leccenews25

A questi episodi vanno aggiunti anche altri due momenti in cui i ragazzi sono stati sicuri di avvertire la presenza del fantasma del Museo Faggiano. Una volta giunti al piano inferiore, infatti, i ragazzi sentirono distintamente dei passi, che non potevano in alcun modo essere di uno dei loro compagni. In un’ultima occasione, invece, hanno avvertito un fischio molto forte provenire dai sotterranei del museo. Anche questo suono fu così distinto da poter escludere decisamente che uno dei ricercatori si fosse semplicemente suggestionato.

Fantasma del Museo Faggiano

Ma i fantasmi esistono o sono il frutto della nostra suggestione? Fonte: IlParanormale

Una storia dalla forte connotazione paranormale, quindi, capace di insinuare il dubbio anche nella mente dei più scettici. O forse semplicemente una trovata pubblicitaria dei gestori del museo. Una cosa è certa, però: se visitate il museo, non siate così sicuri di non essere osservati!

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

Lo spettro del Museo Faggiano. Superstizione o realtà? ultima modifica: 2019-01-07T10:32:16+01:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top