I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

ITINERARI PASSEGGIANDO

San Cataldo, mare cristallino a due passi da Lecce

San Cataldo Litorale Adriatico Salento Veduta Del Faro

San Cataldo, situata a solo undici chilometri dal capoluogo salentino, è nota come la “marina dei leccesi”. Insieme a Frigole, Spiaggiabella, Torre Chianca e Torre Rinalda, fa parte delle marine del Comune di Lecce. Frequentata in ogni periodo dell’anno, anche solo per un aperitivo al mare fuori stagione, d’estate si riempie di turisti. Ne apprezzano la sabbia fine, la purezza dell’acqua e la vicinanza a Lecce. A San Cataldo si può trovare anche uno dei pasticciotti più buoni di tutto il Salento e uno scorcio di street art. Di recente inoltre alcuni dei più noti locali leccesi hanno inaugurato una sede estiva in un ampio piazzale di San Cataldo. Scopriamo insieme una delle marine più interessanti del territorio.

Marina di San Cataldo
Spiaggia di San Cataldo

Il porto Adriano e il lungomare di San Cataldo

Passeggiando sul lungomare, a pochi passi dal faro, è possibile intravedere i resti di quello che nel II secolo d.C. era il Porto Adriano. Nel corso della storia il porto costruito dall’imperatore romano ha subito innumerevoli attacchi. Le invasioni dei turchi hanno completamente distrutto quel che ne rimaneva. Quello che si osserva adesso è un triste panorama di resti abbandonati, recuperati comunque in parte dai recenti lavori di un team di storici e archeologi. Proseguendo sul lungomare, in direzione sud, si possono notare le opere di artisti noti a livello internazionale sui muri dell’ex Alex Bar. I graffiti sono stati realizzati nell’ambito del progetto “Oltremare-Zona temporanea delle arti urbane”. Presenti un omaggio a Bruno Petrachi e una critica all’uso ossessivo dei social network.

Faro Di San Cataldo
Faro di San Cataldo

Luoghi di ritrovo serali

Per trascorrere una piacevole serata nella marina di San Cataldo si può scegliere tra i locali leccesi che negli scorsi mesi hanno aperto una “succursale” al mare. Stiamo parlando del Corto Maltese, l’Alibi e il Locale. Luoghi di ritrovo apprezzati già nel capoluogo che ora stanno riscuotendo un notevole successo anche nella nuova location. Un piazzale a due passi dal lungomare ospita i tre locali disposti in successione, con ampio spazio per i tavoli all’aperto. Si può cenare con un’ottima frittura di pesce o un hamburger di angus. Non manca una vasta selezione di birre artigianali e prodotti tipici del territorio.

Cosa visitare nei dintorni di San Cataldo

Dopo aver assaggiato il pasticciotto di Nobile, uno dei migliori del Salento, si può proseguire alla scoperta dei dintorni e del litorale adriatico. A sud di San Cataldo, imboccando la litoranea, da non perdere la Riserva Naturale Le Cesine, protetta dal Wwf: un’oasi in cui osservare distese di macchia mediterranea e ricche paludi che ospitano specie migratorie e stanziali. Proseguendo lungo la strada costiera si possono raggiungere in pochi minuti d’auto alcune tra le località più note del litorale adriatico salentino: Roca, Torre Specchia, San Foca, Torre dell’Orso, Sant’Andrea. Nell’entroterra limitrofo, merita una visita il borgo di Acaya, che ospita uno dei castelli più significativi per il territorio.

San Cataldo, mare cristallino a due passi da Lecce ultima modifica: 2020-08-03T09:00:00+02:00 da Simona Rizzo
To Top