Sagne ncannulate: la ricetta come vuole la tradizione - itLecce

itLecce

CIBO CUCINA TRADIZIONALE

Sagne ncannulate: la ricetta come vuole la tradizione

Sagne 'ncannulate

Le sagne ‘ncannulate sono un tipo di pasta fresca molto tipico in Salento. Vengono solitamente cucinate come piatto principale della domenica e preparate rigorosamente il giorno prima. Le sagne, per chi non le conoscesse, sono una pasta lunga composta da strisce arrotolate su loro stesse, spesso condite con sugo di pomodoro e una spolverata di ricotta forte. Tuttavia, il condimento può anche essere rivisitato o cambiato del tutto: si può usare del pesto o altre tipologie di sughi.
Vediamo ora la storia delle sagne ‘ncannulate e come si preparano.

Sagne Ncannulate Piatto
Le sagne sono il piatto della domenica

Sagne ‘ncannulate in onore di San Giuseppe

Le sagne ‘ncannulate sono state preparate per la prima volta in onore di San Giuseppe. Con acqua e farina, infatti, si volevano riprodurre i classici trucioli di legno usati nelle falegnamerie. Insieme alle orecchiette e ai cavatelli rappresenta il formato di pasta più tipico del Salento, che si prepara il sabato sera per la domenica. Questa preparazione così accurata e rigorosamente in anticipo ha a che fare con la buona riuscita del piatto: l’impasto deve essere il più possibile morbido ed elastico e richiede anche un certo tempo di riposo

Impasto
L’impasto è composto da sola farina, acqua e sale

Come si preparano le sagne ‘ncannulate? 

Per preparare l’impasto delle sagne ‘ncannulate abbiamo bisogno di soli tre ingredienti:

  • 500 grammi di farina di semola di grano duro;
  • Acqua tiepida q.b.
  • Un pizzico di sale.

Su una spianatoia versiamo la farina a fontana, aggiungiamo un pizzico di sale e l’acqua un po’ alla volta. Impastiamo finché non otteniamo un panetto liscio, morbido ed elastico. Dopo, prendiamo l’impasto e stendiamolo con un mattarello per ottenere una sfoglia sottile di 2 cm. Con un coltello, tagliamo tante strisce della stessa larghezza. Prendiamo una striscia e arrotoliamola su se stessa. Ed ecco pronte le sagne. 
La pasta andrà poi fatta seccare per circa due ore, anche se la tradizione vuole che venga lasciata a riposo tutta la notte.

Pomodori
Il condimento è a base di sugo di pomodoro

Curiosità sulle sagne e condimenti

La cottura delle sagne è molto breve: basta aspettare che vengano a galla e che si formi nell’acqua la classica schiuma. Per quanto concerne i sughi, solitamente in inverno questa pasta viene condita con la classica salsa di pomodoro mentre in estate con pomodorini tagliati a pezzetti. La vera chicca è sicuramente la ricotta forte, spolverata sulle sagne, che ne dà un sapore più deciso e intenso. Ma per un piatto rivisitato si può usare anche un sugo al pesto o con le melanzane o addirittura con i peperoni.

Sagne ncannulate: la ricetta come vuole la tradizione ultima modifica: 2021-05-03T09:00:00+02:00 da Roberta De Gaetani

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Che buone!! 😮

Che buono! 

To Top
4
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x