Ruggiano, piccola frazione nel Salento e i suoi luoghi della fede - itLecce

itLecce

CHIESE SITI RELIGIOSI

Ruggiano, piccola frazione nel Salento e i suoi luoghi della fede

Facciata Laterale Della Chiesa Di Sant'elia A Ruggiano

Il sud Salento è ricco di sorprese: piccoli borghi e le loro incantevoli frazioni si snodano a sud di Lecce. Proprio vicino a quel traguardo dei pellegrini che prende il nome di De Finibus Terrae. Ruggiano, piccola frazione del comune di Salve, è uno di questi.

Ruggiano e la Chiesa di Sant’Elia Profeta

Gerhard Rohlfs, il linguista tedesco così legato al Salento, ci consente di risalire all’origine del nome della piccola frazione di Ruggiano. “Rudius”, con il significato di “campagna”. Oggi il territorio annovera 539 abitanti. Nei pressi della stazione ferroviaria ci ritroviamo innanzi alla Chiesa di Sant’Elia Profeta. Risalente al 1586, si mostra in tutta la sua bellezza e sobrietà.

Chiesa Santelia Profeta Facciata
Facciata principale della Chiesa di Sant’Elia Profeta – Foto di Antonella Marchisella ©

Alzando gli occhi al cielo noteremo l’immagine di Sant’Elia raffigurato nel rosone. La facciata principale è estremamente semplice: scevra da decorazioni, ha soltanto un coronamento a onda su cui spicca una croce. Altresì, la volta della Chiesa non presenta elementi decorativi.

Altare Interno Alla Chiesa Santelia A Ruggiano
Altare interno alla Chiesa di Sant’Elia Profeta – Foto di Antonella Marchisella ©

Le tre finestre per ciascun lato, rendono la struttura molto luminosa al suo interno, anche grazie alla scelta di nuance molto delicate utilizzate per le pareti. La semplicità di questa chiesa fa sì che abbia una navata unica.

Ingresso Laterale Alla Chiesa Di Santelia A Ruggiano
Particolare dell’ingresso laterale Chiesa di Sant’Elia Profeta – Foto di Antonella Marchisella ©

Gli ambienti sono addolciti da nicchie e teche di vetro. Sebbene l’aspetto della chiesa sia semplice, il suo impianto strutturale è piuttosto complesso. Il grazioso campanile è posizionato posteriormente, mentre il pavimento si caratterizza di mattoni di graniglia di colorazione scura. L’altare, unico, è in pietra leccese.

Interni Della Chiesa Di Santelia Profeta
Interni della Chiesa di Sant’Elia Profeta – Foto di Antonella Marchisella ©

Il Santuario di Santa Marina a Ruggiano, antico e colmo di devozione

Il gioiello della religiosità di Ruggiano è l’antico Santuario di Santa Marina, la cui edificazione del nucleo principale risale al XVI sec. L’edificio è molto particolare, infatti, ha una tipologia architettonica atipica per il luogo. L’interno del santuario si compone di due navate differenti sia per tipologia quanto per ampiezza. Tuttavia, entrambe culminano in due altari dedicati a Santa Marina e a San Giuseppe. Quest’ultimo altare è in pietra leccese ed è datato XIX sec. L’altare di Santa Marina, invece, ha attorno a sé degli affreschi databili 1645. Quel che resta di altri affreschi è osservabile sulle mura della chiesa.

Organo Nella Chiesa Di Santelia A Ruggiano
Organo nella Chiesa di Sant’Elia Profeta – Foto di Antonella Marchisella ©

Il Santuario di Santa Marina si può visitare addentrandosi nella periferia ovest di Ruggiano. Verrete accolti da una facciata provvista di due portali d’ingresso finemente decorati alla cui sommità ci sono due finestre. Il 17 luglio di ogni anno si celebra la festa di Santa Marina, figura intrisa di forte devozione da parte dei Ruggianesi.

La Cappella della Madonna della Neve

Nel piccolo centro abitato di Ruggiano si erge la Cappella della Madonna della Neve, risalente al 1748. Questo edificio è stato oggetto di restauro in passato. Costruita da Venere Negro nel 1748, essa fu voluta in ricordo del miracolo verificatosi in data 4 agosto durante il Pontificato di Papa Libero. In tale occasione, infatti, a due coniugi era apparsa la Madonna, la quale chiedeva loro di edificare la Basilica di Santa Maria Maggiore sull’Esquilino, inspiegabilmente ricoperto di neve. La Cappella della Madonna della Neve a Ruggiano presenta linee semplici e sobrie sormontate da un campanile a vela.

La Cappella della Madonna di Costantinopoli

Un altro edificio pregno di nota presente sul territorio di Ruggiano è la Cappella della Madonna di Costantinopoli. Anch’essa si trova alla periferia di Ruggiano e per raggiungerla occorre imboccare le stradine di campagna lasciandosi alle spalle le case del centro abitato. Risalente al XVII sec. custodisce al suo interno l’affresco del Crocefisso e un meraviglioso dipinto di cui non è nota la paternità. Sarebbe infatti stato realizzato nel ‘700 da un pittore salentino ignoto che vi ha raffigurato la Vergine Maria. Anche questa Chiesa, come altre del luogo, si compone di linee semplici ed è probabilmente la semplicità a caratterizzarne la bellezza. In questa Cappella è possibile entrare soltanto richiedendo le chiavi d’ingresso ai proprietari oppure durante l’ultima settimana di Maggio in occasione delle novene.

Ruggiano, piccola frazione nel Salento e i suoi luoghi della fede ultima modifica: 2021-03-08T09:00:00+01:00 da Antonella Marchisella

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x