I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

CICERONE COSA VEDERE

Porto: nel Salento alla scoperta del Mediterraneo

Gallipoli Imbarcazioni

Il porto, un luogo che sprigiona nella nostra mente mille sogni a occhi aperti, termine utilizzato a livello metaforico per poesie e canti e un rifugio per la psiche. Oggi noi vi parliamo di porti reali, alcuni dei porti e porticcioli del Salento, da cui partire alla scoperta del Mediterraneo ma anche per giungervi e visitare le meraviglie salentine. Dal latino “portu”, l’etimologia del termine richiama un’entrata, un passaggio. Di sicuro è anche un’entrata speciale per deliziare lo sguardo.

Porto Turistico di Leuca: la passione e l’incanto

Nella cala compresa tra Punta Ristola e Punta Meliso c’è il meraviglioso Porto Turistico di Santa Maria di Leuca. Oltre a esser stato luogo di approdo per le navi di Enea in fuga da Troia, il porto ha accolto in tutti questi anni e accoglie viaggiatori illustri. Il Porto Turistico di Santa Maria di Leuca nasce nei primi anni del duemila – come leggiamo dal suo bel sito internet www.portodileuca.it – grazie alla costruzione di oltre 1000 metri di pontili galleggianti. Attualmente il porto garantisce assistenza all’ormeggio h/24 e garantisce anche assistenza tecnica a terra.

Visuale del Porto Di Leuca
Porto di Leuca – Foto di Antonella Marchisella ©

Porto di Torre Vado: un piccolo gioiello da ammirare

Pare che l’etimologia del nome Torre Vado nasca dal latino “vadum” che significa “guado” e che indicherebbe un luogo facilmente accessibile dal mare. Immergetevi nel relax di questo meraviglioso luogo, a pochi passi troverete un ampio lungomare, d’estate attrezzato con giostre, mostre e attrazioni per grandi e piccini. Questa località turistica, che fa parte delle marine di Morciano di Leuca, affacciata sul mar Jonio, dista circa 78 km da Lecce e 12 Km da Santa Maria di Leuca.

Visuale del Porticciolo Torre Vado
Porto di Torre Vado – Foto di Antonella Marchisella ©

A Torre Vado troveremo una bellissima torre costiera. Attualmente questa torre si presenta in ottimo stato, difatti è opera di un restauro realizzato nel 1935. Affacciata su un incantevole porticciolo, questo edificio infonde, insieme al panorama circostante, un profondo senso di pace interiore. Torre di avvistamento all’inizio, è poi dotata di un messaggero a cavallo utile in caso di pericolo per dare l’allerta ai paesi limitrofi.

Torre Vado Affacciata Sul Porticciolo omonimo
La Torre affacciata sul porto di Torre Vado – Foto di Antonella Marchisella ©

La Torre si affaccia leggiadra su un suggestivo porticciolo dalle acque azzurre e brillanti di sole che vi si specchia. In fase di ampliamento, il porto ha attualmente duecento posti barca. Di fondo marino sabbioso, è protetto da due piccoli moli. Oltre a esserci diversi servizi circostanti come la distribuzione di carburante, alimentari, centro diving ed escursioni, troveremo info Point per noleggio barche e gommoni, ormeggio imbarcazioni, escursioni.

Otranto: l’incanto protetto dal Molo San Nicola

Otranto, porta d’Oriente, è sinonimo di fascino per eccellenza. Hydruntum, con la sua Cattedrale, custode del mosaico pavimentale di Pantaleone. Porta d’Oriente, unione di due mondi Oriente e Occidente, luogo dove riposano gli 800 martiri e patria di cultura antica con la sua abbazia San Nicola di Casole.

Ormeggio di barche a Otranto
Porto di Otranto – Foto di Antonella Marchisella ©

C’è anche un porto a Otranto. Meraviglioso è affacciarsi dalla sommità del Castello o da Torre Maura per ammirarlo. Una distesa d’acqua che è un braccio verso il mondo. Numerosi pontili e un’ampia insenatura protetta dal Molo San Nicola lo costituiscono e custodiscono come una perla.

Porto: nel Salento alla scoperta del Mediterraneo ultima modifica: 2020-05-01T09:00:00+02:00 da Antonella Marchisella
To Top