I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

CIBO CUCINA TRADIZIONALE

Pasticciotto leccese: regalo a un amico dall’Italia

Pasticciotto Leccese Quattro Versioni

Il 5 Settembre alle 15:00 si è svolto il terzo itCaffè organizzato da italiani.it, una videoconferenza con ospiti da tutto il mondo. Il tema di questo terzo appuntamento è “Cosa regaleresti a un amico dall’Italia?”. ItLecce ha proposto un prodotto tipico salentino: il pasticciotto leccese nelle sue diverse varianti.

Pasticciotto leccese e Galatina nel Salento, sua terra d’origine

Esiste un luogo nel Salento – come gli innumerevoli luoghi affascinanti di questo lembo di terra – che prende il nome di Galatina. Territorio parte della contea di Soleto nel periodo medioevale, aveva già nel 1391 la bellissima Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria. Questa, fortemente voluta da Raimondello come voto per la personale vittoria conseguita in Terrasanta.

Basilica Di Santa Caterina A Galatina
Basilica di Santa Caterina a Galatina – Foto di Antonella Marchisella  © 

La magnifica chiesa fu ulteriormente ingrandita e dotata di un convento da suo figlio, Giovanni Antonio Orsini Del Balzo. Dal 1870 l’attuale Basilica di Santa Caterina d’Alessandria è dichiarata monumento nazionale. Essa presenta i suoi magnifici interni affrescati con pluralità di stili. Artisti di scuola giottesca e senese. La facciata si presenta in stile romanico pugliese.  Un capolavoro che si dona ai suoi visitatori da ogni parte del mondo.   

Pasticciotto leccese: nasce a Galatina il dolce più amato del Salento

Galatina è un comune in provincia di Lecce con 26.768 abitanti. Oltre alla Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, qui potremo ammirare il Palazzo Ducale del XVI sec., dimora della nobiltà galatinese. Palazzo Orsini – antico ospedale di Santa Caterina d’Alessandria e attualmente sede del Municipio. Il Sedile del XV-XVIII sec. con il suo cartiglio in pietra leccese. La Torre dell’Orologio, situata frontalmente al Sedile.

Torre Dell Orologio A Galatina
Torre dell’Orologio a Galatina – Foto di Antonella Marchisella © 

La suggestiva Torre dell’Orologio fu dedicata a Vittorio Emanuele II nell’anno 1861. Infine, le tre porte d’accesso a Galatina – Porta Luce, Porta San Pietro e Porta Cappuccini – accoglieranno i visitatori tra i vicoli della città in un crescendo di emozioni visive.

Pasticceria Ascalone A Galatina, dove viene ideato il pasticciotto
Pasticceria Ascalone a Galatina – Foto di Antonella Marchisella  © 

Nella splendida Galatina, nel lontano 1745, nasce il pasticciotto leccese. Si tratta di un dolce tradizionale inserito nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali, ideato presso la pasticceria Ascalone di Galatina, tuttora in attività.

Ingredienti semplici per un sapore unico

Il pasticciotto leccese nasce da materie prime semplici provenienti dalla vita agreste: latte, uova, farina, zucchero. Viene usato lo strutto al posto del consuetudinario burro e questo rappresenta una particolarità. Infatti l’uso dello strutto ha il fine di far ottenere al dolce una buona tenuta anche in climi particolarmente caldi come quello del territorio salentino. La versione classica del pasticciotto è quella con la sola crema pasticcera. Tuttavia, sono realizzate altre versioni come il pasticciotto alla crema e amarena, il pasticciotto alla crema, limone e mandorle, il pasticciotto alla crema e nutella. Uno sguardo particolare va dato al pasticciotto al cioccolato. Ideato in questi ultimi anni, è conosciuto come il “pasticciotto Obama”.

Pasticciotti Leccesi Crema E Amarena
Pasticciotti leccesi alla crema e amarena – Foto di Antonella Marchisella © 

L’ideatore di quest’ultima leccornia è un pasticcere di Campi Salentina e anche questa versione del pasticciotto ha registrato successi clamorosi. Il pasticciotto leccese è un dolce dalla forma ovale realizzato con pastafrolla e crema pasticcera. In sommità gli si conferisce un’invitante doratura con del tuorlo d’uovo. E’ un dolce cotto al forno e attualmente è venduto al pubblico in diverse dimensioni che ne caratterizzano le diversità di prezzo. La consuetudine è di consumare questo dolce a colazione ma può divenire un dolce molto elegante se servito in preziosi piatti e con piccoli accostamenti come pezzi di frutta tagliata e un po’ di salsina caramellata.

Pasticciotto leccese: regalo a un amico dall’Italia ultima modifica: 2020-09-09T11:33:47+02:00 da Antonella Marchisella
To Top