NATURA STORIA

Parco di Belloluogo: un’area verde alle porte di Lecce

Torre Di Belloluogo Lecce

L’estate nel Salento è in gran parte dedicata al mare. Dall’adriatico allo ionio c’è solo l’imbarazzo della scelta. E verrebbe da scegliere ogni giorno una meta diversa per tuffarsi nelle acque splendide del Salento. C’è chi però resta a Lecce per lavoro e magari ha solo il tempo di una pausa pranzo. Lecce offre tanti spazi verdi in cui potersi rilassare, ma in vetta ad un podio ideale dei nostri parchi cittadini resta indiscusso il Parco di Belloluogo. Una natura rigogliosa e una torre medievale dall’importanza storica sono solo i primi due buoni motivi per andare a visitare il parco. Il resto lo farà l’incanto del luogo.

Il Parco di Belloluogo e la sua storia

Le radici del parco affondano nel Trecento, quando secondo alcune fonti Gualtiero di Brenne eresse la Torre di Belloluogo. Secondo alcuni studiosi l’architettura della torre però rimanda alla mente l’altra Torre del Parco, situata dalla parte opposta della città e di tutt’altra epoca. Questa teoria mette in discussione l’origine medievale della Torre, ma comunque non ne intacca il fascino. Ciò che è certo è che si tratta di un’edificazione militare tardo-angioina. Così come fonti certe segnalano il complesso come abitato da Maria di Enghien. Alla contessa di Lecce una scrittrice salentina, Alessandra Dell’Anna Peccarisi, ha dedicato un testo: “La testa del conte. Maria D’Enghien tra storia e verità“. Per chi volesse approfondire la conoscenza del luogo, all’interno del bar del parco è in vendita anche un opuscolo interessante. Dopo averne conosciuto la storia, il modo migliore per vivere l’atmosfera del Parco di Belloluogo è passarci del tempo, a qualunque ora.

il verde del parco di Belloluogo a Lecce

Distese verdi nel parco

Le attività nel parco, per grandi e piccini

E’ il vero e proprio primo parco urbano a disposizione dei cittadini e dei turisti. Viene inaugurato nel 2012 dopo anni di lavori, che hanno previsto anche l’inserimento di muretti a secco per delimitare i viali principali. All’interno del parco è possibile godere di ettari di terreno dedicati al verde, alla natura e alla storia. E’ il luogo ideale per un pic-nic all’aria aperta, per una passeggiata e attività sportive nella natura. Un occhio di riguardo è dedicato ai più piccoli, con giostre, scivoli e divertimento assicurato per i bambini. Spesso vengono organizzati negli spazi del parco eventi culturali, artistici e musicali. E’ possibile così godere del Parco di Belloluogo anche nelle sere dedicate agli spettacoli.

costruzioni antiche nel parco di Belloluogo a Lecce

Parco di Belloluogo

Quando visitare il parco e come raggiungerlo

Entrando dalla Statale, per chi proviene da Brindisi, a poche centinaia di metri dall’ingresso della città, c’è l’indicazione per raggiungere il Parco. Si può arrivare anche dalle apposite uscite della tangenziale. Il Parco di Belloluogo è aperto dalle 8:00 alle 20:00 da Novembre a Marzo. Da Aprile a Ottobre invece è possibile accedere al parco dalle 8:00 alle 23:00. Osservare poi una serie di semplici regole, come portare i cani nelle aree comuni solo al guinzaglio e non arrecare disturbo agli altri ospiti, fanno sì che il tempo trascorso nel verde diventi uno spazio di relax e divertimento per tutti. Nel parco esistono poi delle aree riservate alla sgambatura dei nostri amici a quattro zampe, in cui è possibile liberarli, farli correre e socializzare.

Parco di Belloluogo: un’area verde alle porte di Lecce ultima modifica: 2019-06-24T09:00:31+01:00 da Simona Rizzo

Commenti

To Top