I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

CICERONE COSA VEDERE

Museo della Radio di Tuglie, “collezioni” dal grande valore storico

Apparecchiatura Radio Storica

Il Museo della Radio di Tuglie nasce nel 2004 con l’intento di promuovere la passione per la musica e la cultura della radio. Questo ambizioso progetto è stato ideato dal salentino Salvatore Giuseppe Micali.

Giuseppe Micali e il Museo della Radio

Giuseppe è noto per la sua lunga carriera di capoturno della stazione di bordo della Marina Militare. Pertanto questa sua trentennale esperienza professionale lo ha messo a stretto contatto con varie apparecchiature radio e strumentazioni specifiche di questo settore. Ed è così che navigando tra rotte e mari è nata questa sua intramontabile passione. Il Museo della Radio custodisce una collezione di un centinaio di apparecchiature radio. Difatti esse hanno permesso di creare una “raccolta” di grande valore storico. Essa comprende anche l’apparato elettromotore a colonna di Alessandro Volta e il trasmettitore telegrafico di Thomas Edison. Quest’ultimo è stato acquistato in Canada nel 1967.

Frantoio Ipogeo, una sede incantevole

Nel corso degli anni il museo della Radio di Tuglie ha riscosso un enorme successo. Il merito è della sua sede. Quest’ultima è nota come Frantoio Ipogeo “ex Marulli”. Infatti è un luogo incantevole. Risulta capace di imprimere nella memoria le scoperte dell’uomo nel corso dei secoli. Infatti è in grado di fondere l’idea di futuro alla conoscenza del passato. Questo frantoio, detto “della Croce”, apparteneva alla sig.ra Filomena Vergine. Passato in proprietà a Donato Marulli fu acquistato dal Comune di Tuglie per realizzare uno spazio attrezzato a verde.

Frantoio Ex Marulli

L’unicità del Frantoio Ipogeo “ex Marulli” di Tuglie sta nella possibilità, per il visitatore, di individuare le varie fasi di estrazione dell’olio, dal torchio alla calabrese. Quest’ultimo è introdotto in Terra d’Otranto nel XVII secolo. Oggi il Frantoio è definito “lo spazio dell’incontro”. Difatti numerosi sono i laboratori esperienziali e multisensoriali che sono organizzati periodicamente.

Perché visitare il Museo della Radio

Il Museo della Radio permette al visitatore di intraprendere un vero viaggio nel mondo della radio. Difatti egli ha la possibilità di avventurarsi fra apparecchiature radiofoniche, suoni e colori, strumenti.

Interno del Museo della radio

È una vera e propria esperienza unica nel suo genere. Suggestiva è la sala principale del Museo. Difatti è il “cuore dell’edificio”. Degna di attenzione per gli amanti dei libri è anche la sala studio contenente la Biblioteca Marconi”. Di seguito il percorso conduce alla scoperta dello straordinario cammino che ha portato i più importanti scienziati del XX secolo a scoprire le onde radio e a sfruttarne l’eccezionale potenziale. Infine è possibile visitare il noto Frantoio Ipogeo per scoprire le interessanti fasi di lavorazione dell’olio. È questo un percorso da raccontare, da gustare, da ammirare. Da scegliere e da portare con sé, per continuare e raccontare l’emozione di un’esperienza museale unica.

Museo della Radio di Tuglie, “collezioni” dal grande valore storico ultima modifica: 2020-10-05T09:00:00+02:00 da Mariangela Cutrone
To Top