I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

CONSIGLI UTILI COSA FARE

Mascherine antivirus, quali scegliere e perché

Prevenzione Contagio

In questo periodo di emergenza sanitaria non si può fare a meno di uscire con le mascherine antivirus. Servono per prevenire il contagio. In giro se ne vedono di diverse tipologie. Ciò crea confusione nelle persone. Difatti sta nascendo la ”psicosi delle mascherine antivirus”. Non si sa qual è quella davvero protettiva. Difatti non tutte sono efficaci e adatte. Per questa ragione, è bene seguire e ascoltare i consigli e suggerimenti degli esperti del settore. Solo così si può davvero capire quale mascherina sia quella maggiormente adatta. Gli esperti raccomandano soprattutto di tenersi alla larga da mascherine “fai da te”. Si fa riferimento a quelle costruite dal sarto o realizzate con la carta da forno. Quest’ultimo materiale infatti non filtra niente. Difatti l’aria esce dai lati e dai bordi superiore e inferiore. Pertanto ciò costituisce solo una difesa passiva, non attiva. Ed è anche non troppo efficace. Potrebbe però servire solo se si tossisce e/ o starnutisce.

Come riconoscere le inefficaci

Mascherine Antivirus e mappa dei paesi interessati dal contagio

In base ad alcuni esperti del settore, le mascherine chirurgiche non sono adatte a evitare il contagio. Nemmeno utili a prevenirlo. Sono quelle utilizzate dai medici quando operano. Moltissimi soggetti le usano in strada o nei mezzi pubblici. Ma non sono funzionali alla protezione dal coronavirus. Quindi è inutile sprecarle. Pertanto è meglio lasciarle agli operatori della struttura sanitaria. Altre mascherine che non sono efficaci per il Coronavirus e che bisogna evitare. sono quelle non classificabili come Dpi. Questa sigla sta per “dispositivi di protezione individuale”. Si consiglia di scegliere prodotti che siano conformi ed efficaci con le varie norme di sicurezza per la salute. Dal momento che i prezzi per questo tipo di mascherine stanno salendo in modo vertiginoso, è bene cercare di evitare le truffe e scegliere quelle adatte.

Ecco le mascherine conformi

Mscherine Chirurgiche

Secondo gli eserti del settore le mascherine Coronavirus devono essere conformi alla norma EN 149 con valida marcatura CE. Difatti il consiglio è di acquistare mascherine con certificazione FFP2 o FFP3.  Le mascherine FFP3 sono in grado di trattenere rispettivamente 98% delle particelle. Possiedono un filtro che permette di coprire naso, bocca e mento. Le FFP2, sigla che sta per Filtering face piece invece permettono di filtrare le particelle nocive sia solide che liquide. Inoltre bloccano le particelle fini, tossiche e dei gas in quanto usano carboni attivi. Essenzialmente la tipologia FFP3 si distingue da quella FFP2 per una specifica valvola. Quest’ultima aiuta a respirare meglio evitando la condensa interna. Difatti proteggono meglio rispetto a sostanze sia liquide che solide, allergeni, virus e batteri

Mariangela Cutrone

Autore: Mariangela Cutrone

Mariangela Cutrone, dott.ssa in Scienze dell’Educazione e Formazione, educatrice, blogger, poetessa, scrittrice. Collabora come giornalista free lance con diverse testate giornalistiche curando tematiche come la Salute, il Benessere, il Lifesyle, la Cultura, i Libri. Anima curiosa ed esploratrice sempre munita della sua “valigia di sogni”. In continua esplorazione del mondo inconscio ed emotivo ama annotare sul suo taccuino di emozioni riflessioni e “parole tradotte in versi”.
Mascherine antivirus, quali scegliere e perché ultima modifica: 2020-03-25T09:00:00+01:00 da Mariangela Cutrone

Commenti

To Top