NEWS SPORT

Lecce in Serie A: dal calcioscommesse al paradiso della massima competizione

Lecce tinta di giallorosso

È tutto vero: Lecce in Serie A dopo 7 anni. Il tutto in due stagioni. Sotto il segno dell’allenatore Fabio Liverani, subentrato alla quinta giornata dello scorso anno, il Lecce riesce nell’impresa. Gli ultimi punti che servivano per approdare in modo diretto in Serie A sono arrivati con lo Spezia, nell’ultima partita di Serie B. Tre punti che sono serviti a blindare il secondo posto, indipendentemente dal risultato della partita Palermo-Cittadella. Match nel quale la squadra siciliana ha solo pareggiato.

La festa giallorossa per il Lecce in Serie A

Lecce in Serie A sotto il segno di La Mantia e Petriccione

Al Via del Mare, completamente sold-out, il Lecce vince con lo Spezia sotto il segno del bomber La Mantia e Petriccione. Il primo a segnare è quest’ultimo al 9’, dopo un assist di Falco. Il 2-0 arriva con un gol di La Mantia al 27’, dopo una clamorosa occasione dello Spezia. Si tratta dell’ottavo gol di testa dell’attaccante e della diciassettesima rete in campionato. Nel frattempo, il Palermo vince momentaneamente 2-0 ma il Lecce continua a pensare alla propria partita. Nella ripresa, un buon avvio della squadra salentina che va più volte alla ricerca del 3-0. Tuttavia è Capradossi a lasciare il pubblico senza fiato: a pochi minuti dal termine, il difensore dello Spezia segna di testa. Gli ultimi minuti sono ricchi di ansia ma neanche troppa: il Palermo ha infatti pareggiato 2-2.
Al termine della partita, il Via del Mare esplode: il Lecce è tornato in Serie A!

Coreografia del Lecce al Via del Mare

La soddisfazione di Liverani

Fabio Liverani è davvero riuscito nell’impresa e la sua soddisfazione è palpabile. Lui stesso afferma: “Il successo è strameritato. Ci siamo ripresi dopo ogni sconfitta e i ragazzi hanno fatto un grande cammino”. Ha raccontato, inoltre, di esser stato sempre sicuro della sua squadra. Anche dopo il match di Padova (terminato 2-1 per i veneti). Liverani dice: “I nove punti consecutivi in casa hanno dato un bel colpo al campionato e abbiamo capito di potercela fare.” Il coach ha anche affermato che adesso è solo il momento di festeggiare lo splendido risultato raggiunto e che c’è tempo per programmare tutto il resto. Lui stesso ha detto che affrontare la Serie A è un qualcosa di particolarmente difficile, ma la squadra ha tutte le carte in regola per farcela.

Una visuale dello Stadio Via Del Mare - Lecce

Lecce in Serie A: la storia del calcioscommesse

Il Lecce non calcava la passerella della Serie A da ben 7 anni. Era il 2011 quando lo scandalo del calcioscommesse venne alla luce grazie a un’indagine della Procura di Cremona. Tantissimi tra sportivi, calciatori e dirigenti, furono coinvolti in una vera e propria bufera. Il Lecce, in particolare, fu condannato per responsabilità diretta per la combina nel derby con il Bari del 15 maggio 2011. Il match fu vinto 2-0 e acquistato dai salentini per 200.000 euro, suddivisi in diverse tranche. Ciò valse per il Presidente del Lecce di allora, Semeraro, 5 anni di inibizione. La squadra salentina, terzultima in classifica e già retrocessa in Serie B, passò così in Lega Pro.

partita di calcio al Via Del Mare

La festa in piazza

Ma ciò che è successo anni fa è ormai acqua passata. Le piazze e le vie principali come Piazza Sant’Oronzo e Porta Napoli, si sono adornate per l’occasione in giallorosso. È tanta la gioia dei tifosi per la seconda impresa riuscita dal Lecce. Già nella stagione 1995-1997, l’allora squadra allenata da Giampiero Ventura, riuscì a fare il grande salto. Ora, invece, è merito di Liverani. Modulo 4-3-2-1, pressing alto, veloce giro-palla e linee strette hanno vinto e stra-convinto la Serie A e il pubblico giallorosso.

Roberta De Gaetani

Autore: Roberta De Gaetani

La penna si è trasformata in una tastiera. I racconti di un tempo in curiosità di scrivere di tutto ciò che mi circonda.
Quella passione infantile è divenuta il mio lavoro.
Web Content Editor e Articolista.

Lecce in Serie A: dal calcioscommesse al paradiso della massima competizione ultima modifica: 2019-05-14T09:00:15+02:00 da Roberta De Gaetani

Commenti

To Top