Le saline di Margherita di Savoia: l'anticamera del paradiso - itLecce

itLecce

CICERONE COSA VEDERE

Le saline di Margherita di Savoia: l’anticamera del paradiso

Saline Di Savoia

La nostra bella Italia vanta numerosi impianti per le saline. Molti sono stati dismessi nel corso del tempo, tuttavia ce ne sono diversi in attività. Tra le realtà italiane ancora produttive spiccano sicuramente la Salina di Cervia, le Saline di Sant’Antioco, le Saline di Trapani e le Saline di Margherita di Savoia in Puglia. La salina più grande d’Italia è quella di Margherita di Savoia, situata nella provincia di Barletta – Andria – Trani.

Le saline di Margherita di Savoia: maestose in Puglia

Ho visitato le saline di Margherita di Savoia quando ero una bambina. Mi ci portò mio padre, che lì aveva trascorso la sua giovinezza. Papà mi racconta spesso che da ragazzo, quasi ogni pomeriggio, appena terminato il suo turno di lavoro, si recava dritto alle saline con la bicicletta. E guardo dai suoi occhi la pienezza di questo luogo che, in quegli anni – ormai tanti anni fa – era un vero “ben di Dio”. Così lo definisce. E ricordo anch’io le lunghe distese bianche che vedevo all’orizzonte e dei meravigliosi uccelli che le sorvolavano: i fenicotteri rosa.

Fenicotteri Rosa Sulle Saline
Pixabay

Una superficie di 3871 ettari costituisce la Riserva Naturale Salina di Margherita di Savoia, istituita nel 1977. Stiamo parlando delle più grandi saline d’Europa. Utilizzate già ai tempi dei Normanni, i Borbone acquisirono le saline nel ‘700 e furono denominate “Salina di Barletta“. In seguito, nel ‘900, furono industrializzate, per passare poi ai Monopoli di Stato. “La quantità di acqua di mare utilizzata per la produzione del sale varia a seconda dell’andamento stagionale. Essa si aggira in media intorno ai 30.000.000 di metri cubi annui” – è quanto riportato sul sito annesso. “I primi insediamenti risalgono al IV secolo a.C., quando gli Illiri, sbarcati dalla Dalmazia colonizzarono questa zona e la resero fertile“. Con la diffusione del cristianesimo, Saliniis prese il nome di Sancta Maria de Saliniis (1105 d.C.). Sancta Maria de Saliniis fu ceduta poi, nel 1158, ai Templari di Barletta.

I fenicotteri rosa: uno spettacolo da non perdere

A livello simbolico, il fenicottero rosa, rappresenta l’armonia di aria, acqua, fuoco e terra. A livello faunistico il Phoenicopterus roseus rappresenta la specie più diffusa della famiglia dei fenicotteri, oltre a costituirne l’esemplare più grande. Con un’apertura alare di quasi due metri e mezzo, il bellissimo fenicottero rosa sorvola la vasta area delle saline, rendendo Margherita di Savoia uno spettacolo unico al mondo. Quando poi, al termine del loro volo, riposano, questi magnifici uccelli dormono su una zampa sola. Ciò rappresenta uno degli aspetti più enigmatici di questi volatili.

Fenicotteri Rosa Nelle Saline
Pixabay

I fenicotteri rosa sono uccelli gregari. Infatti, nella salina di Margherita di Savoia se ne trovano al di sopra di un migliaio di individui. Costituendo così una delle maggiori popolazioni europee di questa specie. La bellezza che al luogo conferiscono il sale e i fenicotteri rosa, è impreziosita dalla composizione floristica che varia secondo il grado di salinità. Canne di palude, giunco, ma anche la Salicornia, che costituisce una steppa davvero particolare. L’accoppiamento dei fenicotteri rosa sembrerebbe quasi una danza. E’ una sorta di rituale in cui tutti gli esemplari si muovono conformemente, protraendo il collo verso l’alto e ruotando il capo più volte da un lato all’altro. Tutto ciò in perfetta sincronia con gli altri. Nel 1997 sono nati nelle Saline di Margherita di Savoia ben 180 fenicotteri rosa.

Margherita di Savoia, le sue saline e l’immensità del mare

L’area delle saline di Margherita di Savoia è suddivisa in evaporante (3500 ettari) e salante (500 ettari). Il terreno è in prevalenza argilloso e i mesi estivi sono quelli più favorevoli alla produzione di sale. Margherita di Savoia è un piccolo comune della provincia di Barletta-Andria-Trani che prende vita sulla foce del fiume Ofanto. L’attrattività maggiore di questo luogo è costituita indubbiamente dalle saline ma ha all’attivo per i suoi visitatori anche un museo storico delle saline. Oltre a una lunga serie di stabilimenti balneari e una ricca architettura religiosa come la Chiesa Madre o Duomo del Santissimo Salvatore.

Le saline di Margherita di Savoia: l’anticamera del paradiso ultima modifica: 2021-08-23T09:00:00+02:00 da Antonella Marchisella

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Katherine Alexandra Giudice

Interessante.

Julieta B. Mollo

Mi piace quella foto! Sono dei fenicotteri?

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x