I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

COSA VEDERE SITI RELIGIOSI

Convento dei Frati Minori Cappuccini di Alessano: luoghi spirituali

Convento Frati Minori Cappuccini Alessano Salento

La provincia di Lecce – come il capoluogo – è ricca di attrazioni paesaggistiche, culturali e luoghi di stampo religioso in cui trascorrere ore di devozione e preghiera nella pace e nella spiritualità. Parliamo del Convento dei Frati Minori Cappuccini di Alessano, così fortemente voluto dalla cittadinanza e ancor oggi amatissimo luogo.

I frati cappuccini: la devozione per la preghiera, per i poveri e per gli ammalati

I Cappuccini seguono alla lettera la vita di Gesù e il Vangelo, stando accanto in particolare agli ultimi e ai più bisognosi. Quest’Ordine nacque nel 1525 ma dalla seconda metà del ‘700 attraversò un periodo di crisi. Ispirati alla vita di San Francesco, essi osservano il Vangelo di Gesù vivendo in povertà e in castità e alloggiando in piccoli conventi solitamente ubicati un po’ al di fuori dei centri abitati. Indossano un saio marrone sormontato da un ampio cappuccio. La loro storia nasce ad Assisi con San Francesco e continua oggi con la voce di Gesù Cristo. Il fondatore dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini è Matteo da Bascio (1495-1552). L’Ordine dei Frati Minori Cappuccini costituisce uno dei tre ordini mendicanti della famiglia francescana.

Il Convento dei Frati Minori Cappuccini ad Alessano: la spiritualità nel cuore del Salento

L’arrivo dei frati Cappuccini nel territorio di Alessano si narra sia stato desiderato dal vescovo cittadino Nicolò Antonio Spinelli e dalla duchessa donna Laura D’Aiello, coniuge di don Fabrizio Guarini. Monsignor Spinelli – vescovo della Diocesi di Alessano dal 1612 al 1634 – era stato reso di salute cagionevole da una malattia. Nel periodo di ripresa gli apparve in sogno la Madonna insieme a San Francesco d’Assisi. Nella visione onirica le due immagini celesti gli chiesero di erigere un convento per i Cappuccini. Nel 1631 poi, donna Laura d’Aiello invia una richiesta al papa per rendere compiuta la cappella della Chiesa dei Cappuccini già in costruzione.

Insegna A Don Tonino Bello sul Convento di Alessano
Convento dei Frati Minori Cappuccini di Alessano – Foto di Antonella Marchisella  © 

Sia la chiesa che il convento videro la chiusura con le leggi che decretavano la soppressione degli ordini religiosi nel 1809. Una condizione che terminò nel 1818 quando con il concordato la chiesa riebbe l’apertura e i frati tornarono al convento. Seguì – dal 1866 – un periodo in cui il convento fu utilizzato come carcere. Infatti nel 1861 ebbe luogo una seconda soppressione. Nel 1929 i frati torneranno in convento. Tutto ciò grazie alla generosità degli abitanti di Alessano, per mezzo della quale i frati potettero riacquistarlo.

Porta Del Convento Cappuccini di Alessano
Convento dei Frati Minori Cappuccini di Alessano – Foto di Antonella Marchisella  © 

Il Convento dei Frati Minori Cappuccini di Alessano ha sede proprio nel paese natale dell’amatissimo e ricordato don Tonino Bello. La sua fondazione risale all’incirca agli anni 1627-1628. Dal 1997 è adibito a Casa di spiritualità intitolata a Don Tonino Bello. La chiesa e il convento presentano un aspetto semplice, dalle tinte tenui, evocano contemplazione e tranquillità. All’interno della chiesa vi è l’altare in legno del 1656 fortemente voluto dalla duchessa Guarini.

Alessano: il piccolo comune a sud di Lecce che ospita il convento

Alessano è un piccolo comune di circa 6350 abitanti situato a 57 km a sud di Lecce nel basso Salento. Il suo nome pare abbia origine da “Alexis”, nominativo greco. Quest’ultimo in riferimento all’imperatore bizantino Alessio I Comneno fondatore della città. Abitato sin dall’antichità, Alessano assume un ruolo rilevante sotto la dominazione normanna. Il luogo è stato anche sede vescovile. Un drappo azzurro e rosso con decori dorati e al centro dello stesso tre colli verdi sormontati da una rossa croce latina con due ali azzurre compongono lo stemma della città.

Convento dei Frati Minori Cappuccini di Alessano: luoghi spirituali ultima modifica: 2020-06-17T09:00:00+02:00 da Antonella Marchisella
To Top