I LECCESI RACCONTANO LECCE PER PROMUOVERLA

itLecce

CHIESE

Nel cuore del centro storico: la chiesa di San Giuseppe

chiesa san giuseppe di lecce vista dalla strada

A pochi passi da Piazza Sant’Oronzo, uno dei luoghi d’incontro preferiti dai leccesi, merita una visita una chiesa incantevole e che spesso rimane defilata negli itinerari del barocco. La chiesa si chiama ufficialmente Sant’Antonio della Piazza, ma a Lecce è nota come la Chiesa di San Giuseppe, in quanto vi officia la confraternita intitolata al santo. La Chiesa fu eretta nel 1584 all’interno del complesso del convento fatto costruire da Gian Giacomo dell’Acaya.

Il recente restauro della Chiesa di San Giuseppe a Lecce

Il complesso conventuale, al termine dei lavori, fu affidato ai frati minori osservanti e rimase in funzione fino al 1807. Ai primi del Novecento inizialmente restò in piedi come abitazione civile e successivamente fu demolito.
L’aspetto attuale della Chiesa non è quello originario. Nel 1765 i frati decisero di espandere l’edificio ingrandendo la navata principale, che all’epoca corrispondeva al transetto attuale. Nella parte laterale della Chiesa è ancora presente il portale originario risalente al ‘500, che rappresentava l’ingresso principale dell’edificio. È anche presente un bellissimo rosone. Un tempo quindi l’ingresso della Chiesa di San Giuseppe a Lecce era in via Dell’Acaya. Ora l’ingresso principale della Chiesa è in via Ludovico Maremonte, proprio a due passi dall’Anfiteatro Romano presente in piazza Sant’Oronzo.

Chiesa di San Giuseppe a Lecce

Un dettaglio dell’ingresso originario della Chiesa di San Giuseppe a Lecce

Di recente un restauro della Chiesa ha permesso di riportare alla luce degli elementi architettonici di incredibile bellezza. Gli addetti ai lavori hanno infatti scoperto l’antico portale di accesso alla cappella voluta da Gian Giacomo dell’Acaya. L’antico portale si trova all’interno di una stretta intercapedine muraria creata durante i lavori di espansione della Chiesa, tra la parete originaria e le mura settecentesche. Il restauro ha previsto l’immissione di una lastra trasparente che rende fruibile l’osservazione delle varie stratificazioni architettoniche della Chiesa.

L’architettura della Chiesa di San Giuseppe

Il prospetto attuale, caratterizzato da due ordini, nella parte inferiore presenta un portale decorato e due nicchie, in cui sono presenti le statue di Sant’Antonio da Padova e di San Giovanni da Capestrano. Nell’ordine superiore è possibile ammirare linee semplici di decorazione e una finestra al centro. L’interno è a croce latina, con una navata caratterizzata da elementi di sostegno corinzi. Ai due lati della navata principale sono presenti  cinque cappelle, che ospitano dipinti di straordinaria bellezza: ad opera di un allievo di Gianserio Strafella, il dipinto di San Diego di Alcalà; il dipinto della Natività della Vergine; la Circoncisione di Gesù di Jacopo Palma il Giovane; il dipinto di San Pietro. Nel transetto destro della Chiesa di Giuseppe a Lecce si trova l’imponente altare di San Giuseppe. Quest’opera è attribuita ad Emanuele Manieri. In alto invece il visitatore può ammirare una tela di Oronzo Tiso che raffigura la Vergine Annunziata.

Dettaglio della facciata della chiesa san giuseppe a lecce

L’antico portale di accesso alla Cappella della Chiesa di San Giuseppe a Lecce

Nel transetto sinistro sorgono invece gli altari, che sono i più antichi della Chiesa di San Giuseppe: quello di Sant’Antonio da Padova, databile intorno al 1737; quello di Santa Rita da Cascia e quello di San Francesco da Paola. Questi ultimi due conservano rispettivamente la tela dedicata alla santa e la statua del santo risalente al 1581.

Nel cuore del centro storico: la chiesa di San Giuseppe ultima modifica: 2019-03-11T10:30:33+01:00 da Simona Rizzo
To Top