EVENTI FESTE E SAGRE

Carnevale in Salento: gli eventi e i luoghi dove divertirsi e festeggiare

Carnevale In Salento - le maschere

Tra gli eventi che più animano il territorio leccese e non, non può di certo mancare il Carnevale nel Salento. Nelle settimane che precedono la Quaresima, infatti, sono davvero tante le iniziative che animano questa festa così amata da grandi ma soprattutto bambini.
Tra l’altro, per chi non lo sapesse, sono davvero molteplici i paesi del territorio salentino che organizzano sfilate e manifestazioni che non hanno nulla da invidiare al più celebre Carnevale di Viareggio, di Catania o di Venezia.
Ecco qui sotto i luoghi più importanti dove vivere un Carnevale da sogno in Salento.

1. Carnevale in Salento: Gallipoli

Il Carnevale gallipolino è senza dubbio uno dei più noti in territorio salentino. Ha il suo inizio il giorno di Sant’Antonio Abate (il 17 Gennaio) con l’accensione della tradizionale focara (un falò con rami di ulivo).
La sfilata si svolge l’ultima domenica prima del Martedì Grasso  nella via principale della città, Corso Roma, tutta adornata a festa.
Questa manifestazione ha però una tradizione popolare molto radicata: la maschera di Lu Titoru. Si tratta di un ragazzo gallipolino, chiamato Teodoro in italiano, che tornato dal militare a pranzo dalla mamma chiese un piatto di polpette, prima dell’inizio del digiuno quaresimale. Una volta iniziato a mangiarle, per la foga, una polpetta lo soffocò. Da allora, la maschera del ragazzo viene sempre rappresentata da un gruppo mascherato composto dal giovane, dalla madre e dalle comari “chiangimuerte” che piangono la sua morte.

Carnevale In Salento - sfilata a Gallipoli

2. Carnevale in Salento: Copertino

Anche il Carnevale di Copertino possiede una sua fama in territorio salentino. Si tratta di una manifestazione che prende inizio sempre con la focara di Sant’Antonio Abate e che procede fino alla Quaresima. In questo caso, la maschera più rappresentativa è quella di Lu Paulinu, il fantoccio di un contadino che proveniva da un paese vicino. Questo era sempre simpatico e socievole con tutti ma aveva il grosso difetto di esser sempre… affamato! Da qui, la sua morte beffarda: un indigestione, proprio nel periodo di Carnevale. La sua figura, è diventata così simbolo del carnevale di Copertino e viene celebrata tutt’ora nelle varie sfilate.

Carnevale In Salento - le maschere

3. Carnevale in Salento: Supersano

Il Carnevale di Supersano, più che per la sua originalità, si contraddistingue per l’eleganza delle sue maschere. Grandi scultori, infatti, cominciano a lavorare ai carri e a tutte le varie composizioni già da settembre e in assoluta segretezza. Non a caso, quello di Supersano, è un Carnevale gemellato con quello di Viareggio o Venezia. Si festeggia in particolar modo nel fine settimana sempre precedente al Martedì Grasso.

Carnevale In Salento - maschere originali

4. Carnevale in Salento: Melendugno

Il Carnevale di Melendugno è un altro evento da non perdere in Salento. Si tratta di una sfilata che prende il via il lunedì che precede il Martedì Grasso e viene organizzata da oltre 40 anni. La maschera rappresentativa dell’evento è l’ape Mielina, che richiama probabilmente una delle risorse più importanti della cittadina: il miele. La maschera, in questo contesto, rievoca i fasti e le celebrazioni tipiche del Carnevale, destinate però a terminare con il subentro della Quaresima.

5. Carnevale di Martignano

In ultimo, abbiamo il Carnevale di Martignano. Aneddoto curioso di questo evento è sempre il caro Paulinu che, come ricorderete, si tratta del tipico fantoccio del Carnevale di Copertino.
Ebbene, a Martignano, in questo periodo, si celebra invece la “Morte te lu Paulinu”. Durante la sfilata, infatti, sfila un carro funebre che si snoda per le vie del paese accompagnato da una banda musicale piuttosto sgangherata. La serata si conclude poi con il rogo del fantoccio. Il simbolo di tutto ciò? Paolino condensa proprio la fine della festa e dei fasti delle celebrazioni, per procedere verso un periodo più spirituale come quello quaresimale.

Roberta De Gaetani

Autore: Roberta De Gaetani

La penna si è trasformata in una tastiera. I racconti di un tempo in curiosità di scrivere di tutto ciò che mi circonda.
Quella passione infantile è divenuta il mio lavoro.
Web Content Editor e Articolista.

Carnevale in Salento: gli eventi e i luoghi dove divertirsi e festeggiare ultima modifica: 2019-03-02T10:00:55+02:00 da Roberta De Gaetani

Commenti

To Top